Cos’è il trading online ?

Cos’è il trading online ?

by 20 Novembre 2020 0 comments

In questo articolo guida cercheremo di capire con precisione che cos’è il trading online? Se anche tu ti stai interessando al trading online per i più svariati motivi, sei capitato nell’articolo giusto per trovare le risposte alle domande che ti stai ponendo.

Domande giuste, poiché prima di spendere denaro dobbiamo capire bene di cosa si tratta. Ed il trading online è un mondo affascinante ma anche molto complesso. Che parecchi scambiano per un gioco.

Attenzione però. Se credi che il trading online sia un gioco, che ti farà arricchire senza sforzi, sei sulla strada sbagliata. E sei una potenziale vittima di hacker e truffatori.

Lo scopo di questa guida completa sul trading online è soprattutto questo. Ossia informare i principianti ed i trader su cosa effettivamente è importante per operare sui mercati finanziari.

Vediamo dunque cos’è e come funziona il trading online. Se vale davvero la pena provarci e con quali broker.

Attualmente la soluzione migliore per fare trading online è quella di sfruttare le piattaforme CFD. Ad esempio una ottima è quella del broker Plus500. Si tratta di un broker autorizzato con servizi professionali ed una piattaforma facile da usare. Per saperne di più sui servizi del broker clicca qui per visitare il sito ufficiale.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Trading online significato

Cosa significa trading online? Identificato anche con l’acronimo TOL, si tratta della compravendita online di strumenti finanziari. Noti anche in modo più diffuso come asset.

Coloro che praticano il trading online si dividono in 2 categorie, sulla base soprattutto del tipo di capitali che movimentano:

  • i trader istituzionali: ossia banche, banche centrali, governi, istituzioni, hedge fund. Ossia quanti operano con massicci capitali, generalmente non propri ma di una collettività di risparmiatori o investitori
  • i trader retail: trader che movimentano piccole somme di denaro (o almeno in relazione ai trader precedenti) e che agiscono per conto proprio con capitali propri

I primi si muovono mediante consulenti specializzati di Borsa, che studiano il modo migliore per collocare i capitali sul mercato e ottenere dei guadagni.

I secondi, possono anche utilizzare dei consulenti, magari anche affidandosi alla Banca presso la quale hanno un Conto corrente. Tuttavia, oggi ci sono molte piattaforme – definite Broker – che si pongono da intermediari tra loro e i mercati. Dietro pagamento di spread e commissioni per i loro servizi.

Con la diffusione dei device mobili – smartphone e tablet – il trading online è diventato sempre più facile da praticare. Intendendo per facile però la possibilità di accedere ai mercati finanziari, non la facilità di guadagno. Ben inteso.

Infatti, tramite comode app, possiamo tradare ovunque ci troviamo: dalla casa al lavoro, passando per un parco all’aperto fino in viaggio. Anche se gli esperti consigliano sempre di utilizzare le app solo per controllare le posizioni già prese e di prendere decisioni soprattutto tramite Pc. Poiché da un ambiente più professionale e concentrato rispetto agli smartphone.

Trading online: le domande frequenti

Prima di parlare delle piattaforme di trading e di come fare trading online cercheremo di rispondere alle domande più comuni dei lettori:

Cos’è il trading online?

Come abbiamo detto è l’attività di compravendita di asset finanziari eseguita on line ovvero tramite strumenti telematici o con una piattaforma.

Col trading online si guadagna?

Ci sono moltissimi trader che vivono di trading operando sui mercati. Per farlo bisogna essere preparati con una adeguata formazione senza pensare al guadagno facile.

Quali sono i rischi del trading online?

Il trading è una attività speculativa dunque implica che ci siano dei rischi come tutte le attività di investimento. L’obiettivo deve essere quello di minimizzare i rischi e massimizzare profitti, cosa possibile solo utilizzando le piattaforme di trading sicure e regolamentate.

Come iniziare a fare trading online

Iniziare a fare trading online implica innanzitutto studio della materia. Capire di cosa andremo ad affrontare. E qui una buona lettura non farebbe male.

Per esempio, leggere i libri scritti da trader di successo o da analisti del trading online. Anche quelli del passato, perché certi meccanismi sono rimasti gli stessi. Soprattutto dopo la Grande depressione del 1929.

La quale, è stato il primo esempio di come i mercati fossero diventati interconnessi (benché la Globalizzazione fosse ancora lontana e c’era il telegrafo e non lo smartphone). Ma anche la prima grande crisi dei mercati finanziari che ha avuto effetti recessivi pesanti negli anni (per alcuni storici, anche causa dell’ascesa di Hitler in Germania, che si offrì come speranza per un paese depresso).

Potete poi provare ad iscrivervi a qualche Broker con regolare licenza, come:

BROKER
CARATTERISTICHEPIATTAFORMA 
eToro social tradingSocial trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy PortfolioISCRIVITI
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI
fxtbCorso trading gratis, CFDSegnali gratuitiISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

inserendo pochi semplici dati ma iniziando a sfruttare il materiale formativo che mettono a disposizione. Come:

  • eBook da scaricare gratis
  • glossari per trovare i migliori termini
  • Webinar
  • video on demand

In modo da avere una panoramica teorica ancora più esaustiva. Ma oltre alla teoria, molto fa anche la pratica. Ossia, un Conto demo, costituito da denaro virtuale. Proprio per fare pratica senza il rischio di perdere il proprio denaro commettendo errori da principiante.

In realtà, il Conto demo vi ritornerà molto utile anche in seguito. Quando vorrete cambiare la vostra strategia operativa e, di stesso, non vorrete perdere il vostro denaro.

Perché un Broker ha interesse ad offrirvi tutte queste cose gratis? Chiedendovi solo un indirizzo email e una password (al massimo anche il numero di telefono ma per confermare l’iscrizione con un codice)?

Perché se diventiamo dei trader vincenti, ci guadagnerà anche lo stesso Broker mediante i servizi che offre. Facendoci pagare commissioni e spread nel corso della nostra attività.

Noi però vi stiamo anche suggerendo Broker che offrono ottime condizioni economiche, con tanto di licenza per operare. Lo spread sul trade e le commissioni sui servizi non sono aspetti da prendere sottogamba. Giacché costituiscono un costo, che alla lunga peserà sul vostro profitto.

Perchè fare trading online

Operare nel trading online può avere diversi motivi. C’è chi non riesce a trovare un lavoro, per cui ha deciso di provare a mettersi in proprio.

Oppure, c’è chi è già abituato ad essere un libero professionista, e cerca nuove strade per guadagnare, magari offerte dalle potenzialità del web.

Ancora, c’è chi vorrebbe fare la bella vita, emulando famosi ricchi come Gianluca Vacchi o Flavio Briatore. Sempre circondati da belle donne, ritratti su Yacht o in belle auto.

Oppure, c’è chi vuole semplicemente arrotondare il proprio stipendio o il proprio profitto, dedicando al trading online del tempo marginale. Come fosse quasi un passatempo o comunque un’attività secondaria.

Quindi, in base alle ragioni che ti spingono al trading online, finirai per dedicarci più o meno tempo. La totalità della tua giornata o solo un impegno serale o nel weekend.

Comunque, qualunque sia la tua motivazione, sappi che non esistono scorciatoie di guadagno. Ed anzi, chi te le propone vuole solo truffarti. Come vedremo nel prossimo paragrafo.

Va da sé che sei vuoi vivere di trading, dovrai impiegare molto più tempo per lo studio. Se invece vuoi solo arrotondare quanto già guadagni, magari può dedicarci meno tempo. Sebbene poi alla fine ciò andrà sempre ad influenzare il tuo profitto finale.

Inoltre, anche se sei impegnato tutto il giorno, i Broker mettono a disposizione strumenti come il Take profit e lo Stop loss per bloccare il trader una volta che ha raggiunto i livelli impostati. Così da controllare il trading anche quando non sarete dinanzi ad un dispositivo.

Come evitare truffe

Il trading online è anche l’ultima frontiera per frodare le persone. Creando delle piattaforme che promettono di tutto e di più, per poi accorgersi che non mantengono ciò che promettono. Anzi, ci risulterà difficile pure rientrare dei capitali investiti.

Queste piattaforme truffa presentano pressoché le solite caratteristiche:

  • illudono di poter diventare milionari senza il minimo sforzo
  • si fanno pubblicità con Vip ma a loro insaputa
  • dicono di avere un sistema esclusivo e a numero chiuso
  • parlano di algoritmi con una capacità di prevedere il mercato prossima al 100 per cento
  • non rendono trasparente il proprio indirizzo o controllando su Google Maps s scopre che sia falso
  • il team di sviluppatori alla sua base non ha alcun curriculum riscontrabile o profilo Social

Cosa fare se si finisce vittima di queste piattaforme truffa? Il modo migliore di reagire è innanzitutto denunciare la truffa alla Polizia postale. E inviare una segnalazione magari anche alla Consob via email.

Per tentare di recuperare i soldi, invece, possiamo provare col Charge back. Vale a dire lo storno del denaro inviato, anche se è possibile fare questa richiesta solo se il denaro è stato inviato mediante carte e non con bonifico.

La richiesta va fatta alla Banca che emette la carta.

Strategie trading online

Quali sono le migliori strategie per praticare il trading online? Ecco le principali:

  • scalper: una modalità di trading mediante la quale il trader opera in modo continuo, aprendo e chiudendo le operazioni nel giro di pochi secondi o minuti. Occorre una certa velocità di pensiero e di esecuzione, oltre a grande capacità di reggere allo stress
  • day trader: trader che operano nell’arco di una giornata, puntando a poche posizioni giornaliere
  • multiday trader: quando si opera per un arco di tempo che supera le 24 ore, anche andando nelle ore notturne o per più giorni. Viene anche chiamata swing trader
  • trader di posizione: i cosiddetti trader “cassettisti”, le cui operazioni superano anche il mese
  • trading automatico: affidarsi a piattaforme capaci di analizzare il mercato in modo veloce e ampio mediante raffinati sistemi basati sulla Intelligenza artificiale. Il trader ha comunque un ruolo attivo, a differenza di quanto propongono le truffe

A chi è adatto il trading online

Anche questo è un aspetto molto importante da affrontare. Infatti, il trading online non è adatto a tutti.

Oltre ad avere una minima disponibilità economica, per quanto i Broker che suggeriamo non chiedano cifre enormi per iscriversi (tra i 100 e i 250 euro), occorre anche avere la giusta tempra caratteriale. Ovvero, mantenere la calma ed avere la giusta tempra quando le cose non si stanno mettendo benissimo.

Deprimersi facilmente o essere degli spacconi, sono due atteggiamenti opposti ma ugualmente sbagliati.

Il primo rischia di farci perdere importanti occasioni di guadagno, facendoci arrendere alla prima difficoltà. Il secondo, di farci prendere decisioni avventate, credendo di poter trarre dei profitti continui.

Ecco che diventa importante testare la propria capacità mediante un Conto demo. Così da capire se siamo davvero adatti per il trading online.

Iniziare a fare trading con eToro

eToro (clicca qui per maggiori informazioni) è un ottimo Broker per iniziare a fare trading, perché ha regolare licenza per operare. Quindi, non siamo di fronte alla solita truffa online.

Ancora, richiede solo 200 euro come deposito minimo offrendo servizi molto interessanti come il Copy trading. Per copiare i trader vincenti.

Ottime condizioni spread e di commissioni, più basse della media di mercato.

Per aprire un conto su eToro cliccate qui.

75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Iniziare a fare trading con Plus500

Il broker Plus500 (clicca qui per maggiori informazioni) è un’altra piattaforma di trading online che opera nel solco della legalità, avendo regolari licenze ed essendo anche quotato sulla prestigiosa London Stock Exchange.

Plus500 offre tanti servizi interessanti e un deposito minimo di 100 euro.

La piattaforma di trading online è anche facile da usare, con una interfaccia estremamente user-friendly.

Per aprire un conto demo su Plus500 cliccate qui.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Iniziare a fare trading con ForexTB

Il broker ForexTB (clicca qui per maggiori informazioni) vanta anche esso regolare licenza, con deposito minimo di 250 euro. Rispetto ai precedenti, però, offre la possibilità di scegliere tra 4 account diversi. Con servizi in crescendo.

ForexTB offre, tra i servizi più interessanti, anche i segnali di trading di Trading Central. Che poggia su esperti del settore, con analisi tecniche e fondamentali approfondite. Non a caso, la società ha spesso ricevuto riconoscimenti per i propri servizi. Che si occupano di trading online da più di 20 anni a 360 gradi.

Per aprire un conto di trading su ForexTB cliccate qui.

No Comments so far

Jump into a conversation

No Comments Yet!

You can be the one to start a conversation.

Your data will be safe!Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person.